I condensatori

condensatoreI condensatori sono componenti elettronici che possono immagazzinare cariche elettriche. Un condensatore si può paragonare a un bicchiere, in grado di immagazzinare piccole quantità d’acqua. In realtà sono più simili a un bicchiere con un piccolo foro che lo fa svuotare. Il foro rappresenta le perdite che il componente inevitabilmente presenta.

Sono realizzati da un sandwich formato da due piastre di materiale conduttivo chiamate armature . Le armature racchiudono uno strato isolante o anche solo dell’aria. Lo strato interno prendo il nome di  dielettrico. A ben pensarci abbiamo due parti metalliche separate da un isolante e quindi non dovrebbe circolare corrente! In effetti questo è quello che accade «a regime», quando le correnti sono stabili. Nei transitori e quando le correnti variano nel tempo, i condensatori si comportano come se fossero dei particolari resistori. Sulle armature, per effetto delle correnti e delle tensioni applicate, si accumulano delle cariche, positive da una parte e negative dalla parte opposta. Gli «strani» comportamenti sono dovuti alle variazioni delle cariche sulle armature. La capacità di trattenere cariche sulle armature si misura in Farad. 

armature e dielettrico del condansatoreI condensatori hanno un intervallo di valori molto ampio che va dalle migliaia di micro Farad (µF) fino ai pico Farad (pF).

La reattanza

Applicando una corrente variabile a un condensatore, questo si comporterà come un resistore: all’aumentare della frequenza, la sua resistenza diminuirà sempre di più fino a diventare quasi nulla. Il termine corretto è reattanza e si misura in ohm. La formula per determinare la reattanza del condensatore a una certa frequenza è:

formula reattanza capacitore

Nella formula si deve indicare la frequenza di oscillazione della corrente in Hz e il valore del condensatore in Farad; la costante PI greco vale 3.14. Un condensatore da 1uF (10-6) a 50 Hz ha una reattanza di circa 3000 ohm

Materiali costruttivi

I condensatori sono realizzati utilizzando varie tecnologie che si differenziano per il tipo di materiale impiegato per il dielettrico: si usano ceramiche, plastiche, carta, liquidi, particolari metalli. Alcuni hanno anche una polarità, che va rispettata se non si vuole danneggiare il componente. Ogni tecnologia di costruzione produce condensatori con una forma tipica e convenzioni differenti, per questo non sempre è semplice riconoscerli.

condensatoriNella figura potete vedere il simbolo del condensatore. A volte i condensatori possono avere anche una polarità. Nell’ordine sono illustrati: un condensatore ceramico, un elettrolitico, un poliestere e un condensatore al tantalio.

Se vuoi approfondire l’argomento attendi il prossimo post o acquista il mio libro “Elettronica per Maker”.

Leave a Reply

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *


*